A Venezia il primo impianto industriale a idrogeno del mondo

Centrale Enel di Fusina

La centrale Enel di Fusina

Inaugurato da Enel, produrrà energia ‘pulita’ per 20 mila famiglie ed eviterà emissioni di CO2 per oltre 17 mila tonnellate l’anno

E’ stata inaugurata oggi a Fusina (Venezia) la prima centrale Enel a ciclo combinato alimentata a idrogeno. L'impianto, il primo al mondo di questo tipo di dimensioni industriali, ha una potenza di 16 Megawatt (Mw) totali, produrrà energia ‘pulita’ pari al fabbisogno annuale di 20 mila famiglie ed eviterà emissioni di anidride carbonica (CO2) per oltre 17 mila tonnellate l'anno.
La centrale Enel, realizzata con la collaborazione della Regione Veneto, il Ministero dell'Ambiente e dell’Associazione industriali di Venezia, ha richiesto un investimento complessivo di circa 50 milioni di euro. L’impianto sorge nell'area adiacente alla centrale termoelettrica a carbone e al Petrolchimico di Porto Marghera che fornisce le materie prime.
Per l’ad di Enel Fulvio Conti l’inaugurazione dell’impianto di Fusina è una “prima mondiale”, una “tecnologia innovativa e un esempio di collaborazione tra istituzioni pubbliche ed Enel”. Il cammino, però, resta ancora lungo: “La tecnologia attuale – spiega Conti – rende l'utilizzo dell'idrogeno 5 o 6 volte più caro di una centrale termoelettrica. Sono fiducioso che nel corso degli anni nuove tecnologie ci consentiranno di utilizzare l'idrogeno, ma serviranno alcuni decenni”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Se siete iscritti alla community di Business People effettuate il login per pubblicare un commento.
Se non siete iscritti, registratevi alla community di Business People.