Italia regina dell'efficienza energetica

Il Belpaese batte Francia e Germania in una classifica fondamentale per il futuro climatico globale

L'Italia è la regina dell'efficienza energetica. A dirlo è il .La competizione da parte delle rinnovabili è diventataun'utopia: secondo Avvenia solo l'efficientamento energetico può consentire ilcontenimento delle temperature globali. Il Ranking dell'Efficienza Energetica Mondiale 2017 elaborato da Avvenia, il player italiano leader della white economy. Nella classifica, il Belpaese si piazza al primo posto con 92 punti su 100, seguita da Francia al secondo posto con 89 punti e Germania al terzo posto con 86 punti davanti a Regno Unito (83) Giappone (78). Nella graduatoria di Avvenia seguono poi il Canada (71 punti), l'Australia (65 punti), gli Stati Uniti (54 punti), la Russia (48 punti), la Cina (33 punti), l'India (30 punti) e il Brasile (28 punti).

Utilizzando una metodologia che consente di valutare i risultati quantificabili nei 3 settori chiave di ogni Paese (industria, trasporti ed edilizia), gli analisti di Avvenia hanno operato una combinazione delle migliori stime disponibili per rappresentare una vasta gamma di fattori che misurano l'efficienza energetica di ciascun Paese.Dal Vecchio al Nuovo Continente, ciascun Paese gioca una partita a colpi di rilanci sulle politiche energetiche orientate al calo delle emissioni di C02. Anche se la Germania ha appena lanciato il bando per i primi parchi eolici senza incentivi, mentre la stessa Italia ne ha avviato la riduzione.

RINNOVABILI VS CARBONE: CHI VINCE

Ecco perché solo l'efficientamento energetico può consentire il contenimento delle temperature globali. «L'eolico offre costi di generazione tra i 60 e gli 80 euro per megawattora e il fotovoltaico è ancora più caro, con costi di generazione tra gli 80 ed i 100 euro» puntualizza Alessio Cristofari, direttore Sviluppo business di Avvenia con delega alle "Strategie ESCo". «I costi di generazione da carbone sono invece intorno ai 30 euro per megawattora e quelli da gas intorno ai 40 euro».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Se siete iscritti alla community di Business People effettuate il login per pubblicare un commento.
Se non siete iscritti, registratevi alla community di Business People.