Arriva l’app che riconosce il vino eco-sostenibile

Si chiama V.I.V.A. l’applicazione gratuita per iPhone e per Android firmata dal Ministero dell’Ambiente

Una app capace di capire se la bottiglia di vino che abbiamo tra le mani è eco-sostenibile oppure no. Si chiama V.I.V.A. ed è l’applicazione ufficiale (e gratuita) per iPhone e per Android firmata dal Ministero dell’Ambiente per identificare il vino sostenibile “made in Italy”. Progettata per leggere le etichette apposte sulle bottiglie delle aziende che aderiscono al progetto “VIVA Sustainable Wine”, l’applicazione è uno strumento di trasparenza sulla sostenibilità ambientale del prodotto.

Avviato dal Ministero dell’Ambiente nel luglio 2011, il progetto “VIVA Sustainable Wine” ha lo scopo di misurare e migliorare le performance ecosostenibili della filiera vite-vino, a partire dalla sperimentazione su alcuni grandi produttori italiani, che hanno sottoposto il loro processo produttivo ad una valutazione dell’impronta ambientale dal campo al consumo. Grazie all’individuazione di quattro indicatori (Aria, Acqua, Territorio e Vigneto) nove grandi aziende italiane hanno, infatti, potuto misurare l’impatto della loro produzione sull’ambiente ed intraprendere in tal modo, su base volontaria, un percorso di miglioramento. I dati ottenuti, in corso di validazione da parte di un ente terzo, compariranno sull’etichetta con un valore numerico e grafico.

L’app, oltre a descrivere nel dettaglio le finalità, gli obiettivi, i risultati e il team di lavoro del progetto, elenca e descrive tutte le cantine che aderiscono al progetto (F.lli Gancia & Co, Masi Agricola, Marchesi Antinori, Mastroberardino, Michele Chiarlo, Castello Monte Vibiano Vecchio, Planeta, Tasca d’Almerita e Venica&Venica), dando la possibilità di geo-localizzarle, fornendo indicazioni stradali attraverso le mappe. Lo scopo è quello di fornire all'utente un database completo e accurato della vitivinicoltura italiana in termini di qualità ed ecosostenibilità.

Per scaricare la nuova app: Apple e Android

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Se siete iscritti alla community di Business People effettuate il login per pubblicare un commento.
Se non siete iscritti, registratevi alla community di Business People.