Birra green nel cuore del Friuli

Partnership tra Birra Castello e Ministero dell’Ambiente per ridurre le emissioni di Co2

Una birra green a misura d’ambiente proprio nel cuore del Friuli. Birra Castello , azienda produttrice dell’omonima birra con sede a San Giorgio di Nogaro, ha sottoscritto un accordo con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare , con l’obiettivo di promuovere progetti comuni finalizzati all’analisi e alla riduzione dell’impronta di carbonio nel settore della produzione e della distribuzione della birra .

Attraverso l’intesa, che avrà la durata di 12 mesi, Birra Castello e Ministero dell’Ambiente avviano una collaborazione per promuovere iniziative mirate a valorizzare la sostenibilità nell’ambito di tutto il settore della produzione e della distribuzione della birra. Innanzitutto sarà definita secondo protocolli internazionalmente riconosciuti una metodologia di calcolo della carbon footprint , cioè l’impronta di carbonio , relativa alla produzione e alla distribuzione di un prodotto simbolo della qualità di Birra Castello, e cioè la bottiglia Castello da 0,33 ml. In una seconda fase si effettuerà l’analisi e la contabilizzazione delle emissioni di CO2 equivalenti prodotte nel corso del ciclo di vita di questo prodotto, con l’obiettivo di ridurle e successivamente neutralizzarle attraverso i meccanismi del protocollo di Kyoto . L’azienda, inoltre, definirà un sistema di carbon management delle emissioni specifiche per il settore della produzione di birra (con la definizione di un sistema di gestione delle diverse categorie di impatto), finalizzato al miglioramento complessivo dell’impronta di carbonio, monitorando le criticità e individuando soluzioni che consentano una più efficace gestione nei metodi produttivi, distributivi e di consumo tradizionali.

Nato nel 1997 rilevando il complesso produttivo ad un altro storico marchio friulano, con una produzione nel 2012 di oltre 1 milione di ettolitri e un fatturato stimato di 87 mln di euro, il Gruppo Birra Castello Spa , non è nuovo a scelte di chiara matrice ambientale: da tempo si è ad esempio indirizzato verso il trasporto su treno, con un notevole contenimento delle emissioni di CO2, biossido di carbonio e del consumo di energia primaria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Se siete iscritti alla community di Business People effettuate il login per pubblicare un commento.
Se non siete iscritti, registratevi alla community di Business People.