Confindustria si rinnova

Confindustria

Presentata la commissione che dovrà modernizzare ruolo e struttura dell’associazione. Un percorso non certo breve e che non vedrà la luce prima del 2014

Confindustria cambia volto e lo fa nell’ottica di modernizzare ruolo e struttura dell’associazione, organo di rappresentanza delle imprese manifatturiere e di servizi, nato nel 1910 e che a oggi conta circa 150 mila imprese associate . La rivoluzione di Viale dell'Astronomia, uno dei compiti principali del neo presidente eletto Giorgio Squinzi , era già stata annunciata; ma il processo di riorganizzazione è iniziato solo ora con la presentazione, da parte dello stesso Squinzi, della ‘c ommissione per la Riforma ’ che avrà il compito di realizzare il progetto di “riconfermare l’associazione come centro di eccellenza e garantire l’efficienza dei suoi meccanismi di funzionamento”.
La commissione, presieduta dal consigliere delegato del gruppo Italcementi, Carlo Pesenti , riunitasi per la prima volta nella serata di giovedì 26 luglio, è composta da dodici rappresentanti di primo piano del mondo imprenditoriale che saranno supportati da esperti per affrontare tematiche specifiche (in fondo all’articolo il team della commissione e dell’Expert Panel). Il proprio progetto di riforma si basa su quattro punti : 1) comprensione dei mutamenti del contesto socio-economico di riferimento: 2) evoluzione del ruolo e della “mission” di Confindustria; 3) miglioramento della governance della struttura confindustriale; 4) efficienza nell’utilizzo dei finanziamenti e nella gestione dei costi del sistema.
I tempi non saranno brevi . Se la stesura del Documento di Attuazione , arriverà entro il 2013, questo dovrà poi essere tradotto in un nuovo statuto da sottoporre all’approvazione degli organi direttivi per darne poi concreta applicazione entro la prima metà del 2014 .

La commissione per la Riforma : Giandomenico Auricchio, Vincenzo Boccia, Gianfranco Carbonato, Enrico Carraro, Cristiana Coppola, Alberto Meomartini, Jacopo Morelli, Carlo Pesenti, Giuseppe Prezioso, Cesare Puccioni, Massimo Sarmi e Maurizio Stirpe.

Experts Panel : Enrico Giovannini per gli scenari macro e microeconomici, Ivan Lo Bello per il tema dell’etica, Antonella Mansi per l’analisi della governance ed in fine Tatiana Rizzante sul tema dei new business.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Se siete iscritti alla community di Business People effettuate il login per pubblicare un commento.
Se non siete iscritti, registratevi alla community di Business People.