Debiti dello Stato, l’Italia rischia una doppia infrazione

Sui pagamenti della Pubblica amministrazione l’Italia resta inadempiente: il vice presidente della Commissione Antonio Tajani ha detto che il nostro Paese rischia non una ma due procedura d’infrazione Ue. E questo dopo aver esaminato la lettera di risposta del governo italiano del 10 marzo che avrebbe dovuto fugare i dubbi. Dubbi che riguardano non solo l’applicazione, ma anche il corretto recepimento della direttiva che impone i pagamenti rapidi. “Deve essere chiaro – così Tajani – che il pagamento della mora non è alternativo al rispetto delle regole”, anche perché “pagare la mora sono i cittadini, ed è inaccettabil”