Draghi: “La ripresa in Europa perde slancio”

Mario Draghi

Mario Draghi © Getty Images

Il commento del presidente della Banca centrale europea, che aggiunge: “La crisi finirà solo quando tornerà una piena fiducia nell'economia e le imprese torneranno ad assumere rischi”

“La ripresa nell’Eurozona sta perdendo impulso”. Amara constatazione da parte del presidente della Banca centrale europea (Bce), Mario Draghi che, in occasione di un suo intervento al Parlamento europeo, ha commentato i dati sull’economia più deboli del previsto. “La crescita del Pil – ha affermato – si è fermata nel secondo trimestre, le informazioni sulle condizioni economiche ricevute durante l'estate sono state più deboli del previsto . Mentre la produzione industriale e gli ordini manifatturieri a luglio hanno dato qualche ragione di ottimismo, indicatori recenti non hanno dato indicazione che il profondo declino di agosto si sia arrestato”.

IL RUOLO DELLE IMPRESE. Secondo il presidente della Bce “la crisi finirà solo quando tornerà una piena fiducia nell'economia, quando le imprese torneranno ad assumere rischi , investire, creare lavoro. Questo dipende da molti fattori, inclusa la politica monetaria ma soprattutto dall' attuazione delle riforme che sosterrà la credibilità”.

ASTA TLTRO . Draghi è intervenuto anche sul primo Tltro , che ha permesso alle banche di incassare oltre 80 miliardi di euro per spingere l’economia reale: “Se è troppo presto per valutare l'impatto del Tltro sull'economia, si può già dire che il loro annuncio ha avuto un effetto notevolmente positivo sul sentimento dei mercati finanziari”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Se siete iscritti alla community di Business People effettuate il login per pubblicare un commento.
Se non siete iscritti, registratevi alla community di Business People.