Ecco le aziende che resistono meglio alle crisi

© iStockPhoto.com/courtneyk

Le caratteristiche che possono aiutare le aziende ad assorbire gli shock economici e a prosperare anche in periodi di incertezza

Samsung, Virgin e Tata, ma anche i gruppi finanziari Citigroup e Hsbc. Cos’hanno in comune queste cinque multinazionali? Sono gruppi aziendali diversificati, che operano in diversi settori e aree geografiche. E proprio grazie a queste caratteristiche, sono aziende che resistono meglio di altre agli shock economici e a prosperare anche in periodi di incertezza. A mettere nero su bianco un dato che a qualcuno può sembrare scontato (ma così non è) è l’indagine Coinsurance Between Firms: The Role of Internal Labor Markets, condotta dalla Cass Business School in collaborazione con l’Università Bocconi di Milano e l'Ensae-Crest di Parigi. Lo studio, l’unico nel suo genere perché esamina i dati aziendali (profitti, produttività, influenza finanziaria), combinati con dati sui movimenti dei lavoratori, illustra come una rete di società controllate da un unico proprietario offra stabilità e opportunità, poiché in grado di assorbire vicendevolmente i membri della forza lavoro, sia in tempi prosperi sia in momenti di difficoltà economica.
Il punto di forza delle aziende diversificate sarebbe il rispettivo mercato del lavoro interno che dà più sicurezza agli assunti e permette alla proprietà di “muovere” dipendenti e manager tra le società controllate, aumentando o riducendo così la forza lavoro dove serve ed evitando i costi che comporterebbero i licenziamenti di massa.

IL CASO BREXIT. Alla luce dei risultati evidenziati dagli autori, i gruppi geograficamente diversificati presenti sia nel Regno Unito sia nell'Europa continentale possono contare sul loro mercato del lavoro interno per far fronte alle complicazioni risultanti dalla Brexit. Qualora fossero privati dei diritti conferiti dal passaporto e dell'accesso al mercato comune, questi gruppi potrebbero ridistribuire rapidamente il loro capitale umano di valore sulle sussidiarie europee. Le aziende di piccole dimensioni che hanno sede esclusivamente nel Regno Unito non sarebbero invece in grado di rispondere alla sfida con la stessa prontezza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Se siete iscritti alla community di Business People effettuate il login per pubblicare un commento.
Se non siete iscritti, registratevi alla community di Business People.