Intel acquisisce la startup italiana Yogitech

L’azienda è specializzata in sistemi di sicurezza per l’internet delle cose

Intel , l’azienda leader dei microprocessori, ha trovato in Italia l’azienda su cui puntare per lo sviluppo delle auto a guida autonoma e non solo: è Yogitech , startup nata nel 2000 da un gruppo di ingegneri dell’Università di Pisa, il cui team collaborerà con la statunitense per lo studio del cosiddetto “internet delle cose ”.

L’ACQUISIZIONE. Intel ha acquisito (con un accordo del quale non sono stati resi noti i termini) Yogitech con la forma dell’acqui-hiring , pratica che permette alle grosse aziende di incamerare i talenti delle realtà più piccole e chiamarli a collaborare nei propri progetti. In particolare, il team di Yogitech è specializzato nello svilupppo di soluzioni hardware e software che puntano al miglioramento dell’affidabilità dei sistemi elettronici a garanzia di massima sicurezza, in particolare nelle fabbriche e nei trasporti. Un ambito che promette moltissimo nel prossimo futuro: tali dispositivi di sicurezza saranno presto indispensabili, dato che si va verso una realtà fatta di oggetti e strumenti che funzionano connettendosi alla Rete, anche per quanto riguarda le automobili, che saranno sempre più autonome.

GENIO ITALIANO. Nata nel 2000, Yogitech ha guadagnato fama mondiale grazie allo sviluppo della tecnologia faultRobots , che ha permesso di ottenere il massimo in termine di performance e ottimizzazione dei costi dai sistemi di sicurezza così sviluppati. I prodotti Yogitech , infatti, sono diventati i favoriti di multinazionali produttrici di conduttori quali Toshiba e Fujistru , prima di approdare a Intel ; ha inoltre attirato grandi investitori , in particolare il Fondo Atlante di Intesa Sanpaolo, il Fondo Toscana Venture e il fondo Sviluppo Imprese Centro Italia. Quella di Yogitech rappresenta l’ennesima acquisizione di una italiana da parte di una grande azienda estera; qualche tempo fa era toccata alla piemontese Nice , entrata a far parte di Amazon .

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Se siete iscritti alla community di Business People effettuate il login per pubblicare un commento.
Se non siete iscritti, registratevi alla community di Business People.