Marchionne: «L'Italia ripartirà ma non so quando»

© Bill Pugliano/ Getty Images

«Anche se ora mancano gli investimenti Il nostro Paese dovrebbe risollevarsi», è il commento dell'a.d. di Fiat dopo che l’Ocse ha ridotto le stime del pil per l’Italia a –0,4%

Sergio Marchionne interviene dopo che l’Ocse ha ridotto le stime del Pil italiano a -0,4% e lo fa con toni cauti, ma ottimisti : «Anche se ora mancano gli investimenti, l’Italia ce la farà , quando non lo so: non vedo le cose migliorare nel breve termine».

Tuttavia, sul lungo termine potrebbero arrivare segnali positivi: la chiave di volta per rimettere in moto il nostro Paese, secondo l’a.d. di Fiat-Chrysler, è negli investimenti e nel creare occasioni per attrarre capitali stranieri .

Marchionne, infine, ha parlato anche dell’imminente quotazione in Borsa di Fiat Chrysler , prevista per il 13 ottobre (con l’obiettivo di conquistare la Borsa americana «arrivando a Wall Street non in Maserati, ma in Ferrari») e sul futuro del Cavallino (di cui prenderà la guida dal 13 ottobre): «Ferrari rimarrà un brand esclusivo, tuttavia ne potenzieremo la performance sportiva».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Se siete iscritti alla community di Business People effettuate il login per pubblicare un commento.
Se non siete iscritti, registratevi alla community di Business People.