Manager, ecco le donne che contano più degli uomini

Meg Whitman, Ceo di Hp Enterprise

Tra i 403 capi azienda selezionati dal Wall Street Journal stravincono i maschi. Ma le 21 Ceo guadagnano più dei colleghi

I manager che contano sono soprattutto uomini, ma le (poche) donne guadagnano di più. Lo racconta la lista redatta dal Wall Street Journal sull'elenco dei 403 capi azienda in carica per tutto il 2016 nell'indice S&P 500.

MANAGER CHE CONTANO

Ebbene, gli uomini sono ovviamente la stragrande maggioranza con 382 posizioni conquistate e 11,6 milioni di dollari di stipendio medio. Le signore sono poche, appena 21 Ceo al femminile, eppure toccano quota 13,8 milioni di dollari di retribuzione media. Confermato dunque il trend che dura da sette anni (smentito una sola volta) e al comando della classifica resta Thomas Rutledge Charter Communications con 98,5 milioni di dollari. Ben tre le signore nella top ten: Meg Whitman (Hp Enterprise, 35,6 milioni), Virginia Rometty (Ibm, 32,7 milioni) e Indra Nooyi (PepsiCo, 29,8 milioni).

La spiegazione del successo è in una teoria orai nota che ritiene che le manager riescano a ottenere risultati più brillanti degli uomini sul piano del ritorno economico. Le squadre capitanate al femminile hanno ottenuto dividenti del 19,8%, contro un 15,7% di quelle al maschile. Come mai? Sono più preparate, perché hanno dovuto lottare per emergere in un mondo di uomini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Se siete iscritti alla community di Business People effettuate il login per pubblicare un commento.
Se non siete iscritti, registratevi alla community di Business People.