Attacco hacker agli Usa: colpo da 1,2 miliardi di password

© Getty Images

A rivelarlo è il New York Times: sottratti anche 500 milioni di indirizzi e-mail. E' la più grossa violazione della storia

La più grande violazione alla sicurezza della storia. Così la definiscono gli esperti della Hold Security , la società che ha scoperto l'attacco ai server Usa da parte di hacker russi.

Un colpo gobbo da 1,2 miliardi di username e password e oltre 500 milioni di indirizzi e-mail . I dati sono stati racconti da 420 mila siti web. Tra i primi a segnalare delle anomalie sono stati i responsabili di alcune aziende.

«Gli hacker non hanno di mira solo le società statunitensi», ha detto Alex Holden, il fondatore della società informatica di Milwaukee, « la maggior parte di questi siti è ancora vulnerabile ».

Un nuovo attacca alla sicurezza online dopo la scoperta a dicembre scorso del furto di 40 milioni di numeri di carte di credito e 70 milioni di indirizzi e numeri di telefono al gigante americano della gdo Target .

A ottobre gli hacker sottrasse dalla Court Ventures , società di brokeraggio, circa 200 milioni di dati personali negli Usa , tra cui numeri della della previdenza sociale e dati bancari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Se siete iscritti alla community di Business People effettuate il login per pubblicare un commento.
Se non siete iscritti, registratevi alla community di Business People.