Quei 3 italiani su 10 che dicono no allo smartphone

Il nuovo Nokia 3310

I device tecnologici sono raddoppiati negli ultimi cinque anni, ma la penetrazione si ferma al 70% della popolazione. Una persona su quattro nel mondo possiede e utilizza sia smartphone, che tablet e computer.

Viva gli smartphone, gli smartphone sono il presente e il futuro. Ma tre italiani su 10 dicono ancora no alla conversione tecnologica. L'adozione dei device hi tech è più che raddoppiata in soli cinque anni a livello globale. È quanto emerge da un nuovo report commissionato da Google a Kantar TNS, che raccoglie i risultati di 625 mila interviste in tutto il mondo sulle nuove abitudini dei consumatori. Da una valutazione fatta su 40 Paesi diversi, nel 2012 chi aveva accesso a uno smartphone era una persona su tre. Cinque anni dopo, questo numero è salito addirittura al 70%. Oggi per esempio in Italia, il 70% delle persone possiede uno smartphone, contro il 28% del 2012, con un aumento complessivo del +42%.

Come sono cambiate le nostre abitudini in soli cinque anni? Dall’uso delle mappe alla ricerca di una notizia, una delle trasformazioni più evidenti è sicuramente il modo di accedere alle informazioni. Gli smartphone ci permettono di trovare risposte in modo semplice e immediato, con tempi di attesa sempre più brevi. Una persona su quattro nel mondo possiede e utilizza sia smartphone, che tablet e computer. Il 58% degli utenti internet va online mentre guarda la TV. Il 51% degli utenti internet usa un motore di ricerca da smartphone almeno una volta a settimana. Il 39% usa lo smartphone come fonte primaria per le news. Ma gli smartphone sono anche il primo oggetto che prendiamo in mano al mattino, la nostra macchina fotografica preferita e il mezzo con cui ascoltiamo musica.

Eppure c'è ancora chi dice no, e si spiega forse così la scelta di Nokia di rilanciare una versione aggiornata del suo 3310 a un prezzo imbattibile (59 euro). Così come l'alto numero di sms che in certi Paesi limitano ancora la diffusione di WhatsApp grazie a piani tariffari super convenienti. C'è una nicchia di mercato che promette affari d'oro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Se siete iscritti alla community di Business People effettuate il login per pubblicare un commento.
Se non siete iscritti, registratevi alla community di Business People.