I device ci spiano. Lo fa pure la smart tv

Ecco quello che accettiamo di "cedere" ad altri quando ci mettiamo in casa un televisore connesso e intelligente

Gli allarmi sulla pervasività e la pericolosità dei device elettronici nella nostra privacy non si contano più, tanto più dopo lo scoppio di Wikileaks. C'è chi accusa ovviamente gli smartphone, persino le cuffie, ma anche le smart tv possono portare a un'intrusione nella nostra vita. Così il Washington Post ha stilato l'elenco di tutto quello che accettiamo quando decidiamo di acquistare e mettere in casa un televisore connesso e intelligente.

Dopo gli allarmi sui prodotto a marchio Vizio e Samsung, sono cominciati una serie di studi che hanno portato a un approfondimento delle modalità con cui gli apparecchi attivano microfoni e telecamere. Gli esperti sentiti dal Wsj hanno indicato una serie di compromessi a cui scendiamo per la comodità di connetterci o vedere Netflix dal televisore. Eccoli

– Vengono registrati i dati della vostra voce per il riconoscimento vocale;– Vengono immagazzinati dati biometrici che inserite nei vostri programmi di fitness;– Restano in memoria le preferenze sui programmi più visti– Ogni app presente sulla smart tv può raccogliere informazioni– I tuoi dati possono finire ovunque, persino ad aziende assicuratrici– Non avete idea di quanto tempo la casa produttrice e gli altri servizi deciderà di conservare i vostri dati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Se siete iscritti alla community di Business People effettuate il login per pubblicare un commento.
Se non siete iscritti, registratevi alla community di Business People.