Roaming, l'Ue dice basta. Ora vigili sulle tariffe

Da metà giugno addio agli extracosti. Ma le tlc potrebbero rivalersi sui clienti indifesi

Addio roaming , non ci mancherai. Chiamare da Milano a Roma o da Milano a Parigi non farà più differenza, con l'abolizione degli extracosti per telefonare e navigare all'estero . La rivoluzione partirà a metà giugno, graze all'accordo raggiungo sulla vendita all'ingrosso di pacchetti di minuti e connessioni tra gli operatori (0,032 euro al minuto, 0,01 per sms e 7,7 euro per GB di connessione, dstinati a scendere progressivamente ogni anno fino al 2022, quando un Gp costerà appena 2,5 euro). Con questo sistema, i costi per le tlc saranno il 90% più bassi degli attuali, in modo che le aziende possano offrire il roaming ai clienti senza rincari. Il problema è che gli operatori "ospiti" dovranno essere in grado di recuperare i loro costi. E qui bisognerà vigilare, affinché le compagnie non si rivalgano sui clienti per queste spese.

Sulla reale convenienza dell'operazione ci sono però alcuni dubbi, sollevati ad esempio dall'eurodeputato grillino David Borrelli: «A causa delle elevate tariffe massime all'ingrosso i piccoli operatori difficilmente riusciranno a sostenere i costi per garantire il roaming zero a chi viaggia», denuncia ad esempio l'eurodeputato M5S David Borrelli che rivela come in commissione si fosse arrivati al costo di 1 euro a GB nel 2021 , ma poi le cose sono cambiate.

C'è, infatti, chi ha già provato ad aggirare le regole. Si tratta di Wind e Tre, sanzionati dall'Agcom per le tariffe per il roaming imposte da aprile 2016 nonostante due diffide specifiche per obbligare le compagnie a rispettare il primo pronunciamento comunitario che dimezzava le tariffe di roaming . Tre (con la sua tariffa “Power Europe”) e la Wind (con la sua “Offerta Unione Europea”) avevano aggirato i paletti e sono state sanzionate per 258 mila euro ciascuna . Spiccioli, ininfluenti almeno quanto l'ulteriore diffida che accompagnerà la multa. La richiesta dell'Authority di una legge che consenta pene esemplari per le compagnie telefoniche, infatti, finora è rimasta lettera morta...

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Se siete iscritti alla community di Business People effettuate il login per pubblicare un commento.
Se non siete iscritti, registratevi alla community di Business People.