Telegiornali delle 20 a confronto, notizie di lunedì 28 ottobre 2013

Il Tg1 trascura il blitz in Senato di Beppe Grillo; per il Tg5 le sorti di Marina Berlusconi sono l’argomento principale della giornata in una serata in cui si torna a dare spazio (poco) all’economia

I titoli dei più importanti telegiornali italiani andati in onda in prima serata, un modo per farvi capire cosa è (o non è) importante per un telegiornale.

Il confronto. Tre aperture diverse su quattro telegiornali. Nella serata di lunedì 28 ottobre, domina la politica in primo piano, ma gli interessi di Tg1, Tg5, Tg La7 e Sky Tg24 sono diversi: se il telegiornale Rai punta sul datagate, trascurando il blitz anti-Napolitano di Beppe Grillo in Senato, apertura del Tg La7 e di Sky Tg24, il Tg5 punta sul futuro politico del suo editore Marina Berlusconi. Stranamente, i risultati elettorale del Trentino Alto Adige trovano spazio solo sul Tg1 e vengono trascurati anche dai titoli del Tg La7, un telegiornale che fa della politica il suo cavallo di battaglia; su Tg1, Tg5 e Sky spazio anche alla cronaca estera, con le regioni del nord Europa piegate dal maltempo.
Da segnalare, infine, il ritorno dell’economia nei titoli dei Tg delle 20: la notizia delle nuove imprese individuali aperte dai giovani sotto i 35 anni trova spazio solo sul Tg5. In dettaglio tutti i titoli dei telegiornali di lunedì sera:

La società vista dai telegiornali di un anno fa - Le edizioni del 28 ottobre 2012

Le edizioni precedenti

TG1 Rai
1. Politica estera. Datagate, Obama preoccupato annuncia la revisione del sistema. In Italia spiate 46 milioni di telefonate, i servizi segreti smentiscono.
2. Politica interna. Alfano: “Il Cavaliere nostro leader, nessuno documento degli innovatori”. Marina e Barbara Berlusconi: “Non scendiamo in politica”.
3. Politica interna. Blitz di Grillo al Senato: “Subito al voto, ma se perdo lascio”. Nuovo affondo contro il Colle, Letta: “Attacco assurdo, vuole instabilità”.
4. Politica interna. Elezioni in Trentino Alto Adige: al centrosinitra la Provincia di Trento, Bolzano alla Südtiroler Volskpartei; crollano Pdl e 5 Stelle.
5. Cronaca estera. Tempesta sul Nord Europa: nove le vittime, bimbo disperso, migliaia le case senza elettricità, in Gran Bretagna centinaia di voli cancellati.
6. Giustizia. Concordia, l’ufficiale in addestramento: “Schettino fece aumentare la velocità”. In Aula le immagini del caos durante la fuga dalla nave.
7. Televisione. Questa sera su Raiuno la prima delle due puntate sulla fiction Adriano Olivetti. La forza di un sogno, dedicata all’imprenditore che portà la tecnologia italiana a livelli mondiali; protagonista Luca Zingaretti, nostro ospite in studio.

TG5 Mediaset
1. Politica interna. Marina Berlusconi torna a smentire l’ipotesi di un suo ingresso in politica: “Amo le aziende nelle quali sono impegnata da oltre 20 anni - dice - Sono il mio passato, il mio presente e il mio futuro”.
2. Politica interna. Blitz a sorpresa di Beppe Grillo in Senato e nuovo attacco al capo dello Stato: “Avanti con l’impeachment - dice - Napolitano non rappresenta la totalità degli italiani”. L’altolà di Letta: “Attacco assurdo, Grillo vuole l’instabilità”.
3. Economia. La crisi delle aziende torna a farsi sentire, unico dato positivo sono le 100 mila nuove imprese individuali aperte dai giovani sotto i 35 anni e in prevalenza al Sud.
4. Cronaca estera. La tempesta del secolo si abbatte sull’Europa: venti fortissimi, come quelli di un uragano, e piogge torrenziali su Francia, Gran Bretagna e Olanda. Cinque morti, 650 mila case al buio, caos nei trasporti.
5. Cronaca interna. Aperta un’inchiesta sul suicidio del 21enne gay a Roma, in un biglietto ha scritto: “Omofobi, fate i conti con la coscienza”. Allarme delle associazioni: “Basta con le promesse”.
6. Cronaca. Joele Leotta fu massacrato a calci e pugni da un gruppo di lituani solo perché italiano: la conferma da uno spagnolo che divideva la stanza con Joele e con un altro ragazzo italiano rimasto ferito.
7. Cronaca interna. Centomila italiani a letto con la cosiddetta “falsa influenza”, il vero virus arriverà solo con i primi freddi. Vaccino già disponibile nelle farmacie. E da domani una perturbazione atlantica porterà piogge e temporali nel Nord Italia.

TG LA7Cairo Communication
1. Politica interna. Beppe Grillo a sorpresa a Roma, al Senato, e attacca di nuovo Napolitano: “C’è un problema con questo anziano signore, andremo avanti con l’impeachment. Inutile recarsi al Colle per la legge elettorale: i giochi erano già fatti”, dice il leader dei 5 Stelle. Gli replica Enrico Letta: “Assurdo attaccare il capo dello Stato”.
2. Politica interna. Frenata di Alfano sulla scissione di Pdl e Forza Italia: “La leadership del partito è e resta di Berlusconi”, dice. Anche sul nome non c’è problema, mentre Marina, la primogenita del Cavaliere, smentisce categoricamente un suo impegno in politica: “Il mio futuro è alla guida dell’azienda in cui resto impegnata”, fa sapere la presidente di Fininvest e Mondadori. Domani la riunione della giunta per il Regolamento al Senato; si deciderà se votare la decadenza di Berlusconi a scrutinio segreto o palese.
3. Politica interna. Il taglio al cuneo fiscale era la misura più attesa dalla legge di stabilità, ma la cifra di 14 euro al mese, per un totale di 172 in un anno - che entrerà nella busta paga dei lavoratori - è considerata quasi irrisoria dalle parti sociali; così Letta, Alfano e Saccomanni, oggi insieme per affrontare il problema, sono disponibili cambiamenti a saldi invariati e concordano: “Sarà il Parlamento a decidere come arriveranno quei soldi: se parcellizzati, tutti insieme, o solo per una parte della platea dei lavoratori dipendenti”.
4. Politica interna. Dopo il successo della Leopolda, Renzi lancia la sfida: “Pancia a terra e pensiamo a fare”. Ma in realtà c’è il contrattacco degli altri; Cuperlo, lo sifdante principale nella corsa alla segreteria, lo provoca con ironia: “Non ho capito che tipo di partito Renzi ha in mente: vedo solo una persona protagonista, lui”. Polemico anche Fassina, che boccia le proposte del sindaco: “La sua è soltanto propaganda”.
5. Cronaca estera. Sul Web si parla di un gesto di protesta, forse opera dei tibetani o di attivisti contro il regime, ma per le autorità cinesi è soltanto un incidente quello successo a Piazza Tienanmen dove un Suv si è schiantato contro le barriere di protezione prendendo poi fuoco: morte sul colpo tre persone a bordo e due turisti, altre 38 sono rimaste ferite. Pechino, però, censura l’accaduto cancellando foto e notizie apparse sui siti.
6. Politica interna. Renzi, è ancora lui, perché il Pd dopo la Leopolda sale al 30% nel nostro sondaggio; guadagna l’1,1% il Partito democratico. Vistoso calo del Pdl e Forza Italia, che perde l’1,3 e scende al 24,1%; il 5 Stelle perde mezzo punto, è al 21. Stabile la fiducia in Enrico Letta; uno su tre non andrebbe a votare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Se siete iscritti alla community di Business People effettuate il login per pubblicare un commento.
Se non siete iscritti, registratevi alla community di Business People.