Altro che piloti, cercansi ben 3 mila Innovation Manager!

Entro il 2020 serviranno 3 mila Innovation Manager e non si sa dove scovarli. A lanciare l’allarme è l’associazione di manager e consulenti Obiettivo 50. Si tratta di professionisti, tipici dell’industria 4.0, in grado di innovare i modelli di business sia in termini di prodotto, che di servizio e di processo oltre che per la creazione di nuovi business e mercati. Insomma un tecnico dell’innovazione applicata al business, a qualsiasi business.
 
Dovendo operare in ambiti differenti, anche la preparazione di questo profilo è multiforme comprendendo, oltre a un’esperienza senior nel mercato di riferimento, anche competenze in ambito Ict e di digital transformation. Quindi, si tratta di terreno fertile per quei manager che in questi anni sono fuoriusciti da aziende in crisi e che, in virtù del loro know how, possono riciclarsi professionalmente in questa funzione.
 
Attualmente, solo il 19% delle imprese italiane ha una direzione innovazione in grado di sviluppare soluzioni che adeguino il modello di business all’evoluzione digitale dei mercati. Largo quindi a una nuova categoria di manager che sappia armonizzare le proprie competenze in materia contabile e di pianificazione, con una forte capacità di analisi dei trend tecnologici per adeguare i processi interni alle imprese.