BusinessPeople

Avanti People!

Torna a L'editoriale
Mercoledì, 07 Giugno 2017

Non ricordo dove, nei giorni scorsi ho letto una frase che recitava «I tempi non migliorano, perché le persone non migliorano». Ovvero, hai voglia a lamentarti e fustigare il destino cinico e baro: sono gli uomini (e quindi io, tu, gli altri) a fare i tempi, e non viceversa… Riallacciandoci alle reminiscenze scolastiche, siamo in pieno territorio dell’Homo Faber, cioè – per dirla in wikipediese – dell’«uomo artefice, l’uomo come creatura razionale, che esplica al meglio le sue facoltà intellettive in quanto capace di fabbricare strumenti per adeguare e trasformare la realtà secondo le sue esigenze».

Per questo, volendo anche noi trasformare Business People per adeguarlo alle esigenze dei nostri lettori, fino ad anticiparle, abbiamo pensato che fosse giunto il momento di rimarcare, sottolineare e valorizzare questa predominanza elettiva della creatività, intraprendenza e genialità delle persone anche e soprattutto in ambito business, facendo crescere il termine PEOPLE della nostra testata.

Già, perché con questo numero il nostro “prodotto” inizia un’era di rinnovamento grafico, di contenuto e di stile, in cui sarà valorizzato non solo ciò che le persone (quelle che incontreremo via via) fanno, ma andremo a indagare perché lo fanno, ciò che pensano e che idea di futuro hanno per se stessi e per i propri figli. Lo so, non si profila come una sfida facile, ma è quella più ambiziosa per uno strumento come il nostro che, dovendo concorrere con la velocità dei competitor digitali, si propone di esplorare, con la “lentezza” del mensile, quanto le fast news non possono approfondire, collegare, sovrapporre, dipanare. Ci proponiamo di siglare una sorta di alleanza con tutte le persone di cui e con cui parleremo, per raccontare la realtà del nostro Paese e del mondo con un approccio di lungo periodo, pubblicando riflessioni sull’economia, la cultura, la tecnologia, l’arte, la società che non si consumino nell’arco di poche settimane, perché parlano certamente di ciò che siamo, ma anche di ciò che saremo o potremmo essere se…

Quello che vi apprestate a leggere e sfogliare è dunque un BP sempre più “people-centrico”, che intende ampliare gli interessi dei suoi già affezionati lettori e di attrarne altri a cui piace confrontarsi in ambiti, temi e modalità per loro insoliti, in grado di solleticarne l’intelligenza e l’attitudine al confronto. A noi l’arduo compito di riuscirci, a voi tutti quello di non perderci di vista. Per il resto, non mi resta che augurarvi una buona lettura.

POST PRECEDENTE
POST SUCCESSIVO
LE OPINIONI
PEOPLE MOVING
LA RIVISTA
Anno XII n 10 ottobre 2017
Copyright © 2017 - DUESSE COMMUNICATION S.r.l. - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy - Credits: Macro Web Media