Prenderci cura di noi stessi

“In ciascuno dei momenti più oscuri della nostra vita nazionale una leadership basata sulla franchezza e sul vigore si è incontrata con quella comprensione e quel supporto del popolo che sono essenziali per la vittoria. Sono certo che concederete di nuovo quel supporto alla leadership anche in questi giorni critici. Con questo spirito io e voi, ciascuno dalla propria parte, affrontiamo difficoltà comuni. Che riguardano, grazie a Dio, solo cose materiali (…).

La felicità non si ottiene dal mero possesso di denaro: sta piuttosto nello slancio del risultato, nell’emozione dello sforzo creativo. Non dobbiamo più dimenticare la gioia e lo stimolo morale del lavoro a causa della ricerca ossessiva di profitti effimeri. Varrà la pena per noi di sostenere gli enormi costi di questi giorni difficili se ci insegneranno che il nostro vero destino non è aspettare che qualcuno si occupi di noi, bensì fare di tutto per prenderci cura di noi stessi e dei nostri compagni.”

Franklin Delano Roosevelt, Dalla prima “Chiacchierata al caminetto” del 4 marzo 1933

Commenti

Se siete iscritti alla community di Business People effettuate il login per pubblicare un commento.
Se non siete iscritti, registratevi alla community di Business People.

Razione K

La razione K è una razione individuale giornaliera di sopravvivenza introdotta dagli statunitensi nel 1942 nel corso della seconda guerra mondiale e fu formulata dal fisiologo americano Ancel Keys. Attualmente le razioni K si sono largamente diffuse e sono usate anche dall’esercito italiano e si presenta come un sacchetto sottovuoto verde scuro, contrassegnato da diversi colori per stabilirne le differenti versioni, in cui cambiano gli alimenti. Solitamente è composta da pasta e fagioli, tonno, tacchino o maiale, medaglioni di carne, sgombro, carne bovina o pollo. All'interno vi si trovano inoltre pastiglie per disinfettare l'acqua, fibra da assumere in pillole, un supporto per cuocere le pietanze, tavolette combustibili, fiammiferi, sali minerali in polvere e una confezione monouso per l'igiene dentale. Ovviamente, date le necessità di conservazione, non vi è rappresentata la verdura, mentre la frutta è presente in diverse componenti, secca o in barrette, sottovuoto o sciroppata, etc. Per gli stessi motivi di conservazione, il latte è sempre condensato.

Per noi rappresenta il concentrato di un pensiero, normalmente filosofico-economico, che abbiamo trovato interessante e che ci piace condividere con i nostri lettori. Leggere (consumare) Razione K non arreca danno a noi stessi e agli altri, dunque ciascuno sceglierà se leggerla o meno, se trarne beneficio o meno.

Razione K è una rubrica curata dalla redazione di Business People , che ogni mese propone cosa consumare (leggere) per la nostra salute

Archivio