Una differente specie di capitale

È mia intenzione parlare di una differente specie di capitale. Il frequentare la scuola o un corso di computer, le spese di assistenza medica, quelle per l’organizzazione di conferenze sulla virtù del rispetto degli impegni presi e dell’onestà sono anch’esse forme di capitale, nel senso che migliorano la salute, aumentano i guadagni o, comunque, hanno il merito di far crescere la stima delle persone nei confronti della letteratura (…). Di conseguenza, è del tutto sensato e in accordo con il concetto classico di capitale affermare che determinati investimenti, ad esempio in educazione, in formazione, in assistenza medica, sono investimenti in capitale. Per quanto tali forme non forniscano un capitale fisico o finanziario, bensì il prodotto umano. Ciò poiché non è possibile separare una persona dalle sue conoscenze e abilità, dai suoi valori e dalla sua stessa salute, così come è possibile per un proprietario trasferire il proprio assetto finanziario.

 

Gary Becker, premio Nobel per l’Economia, 1992

Commenti

Se siete iscritti alla community di Business People effettuate il login per pubblicare un commento.
Se non siete iscritti, registratevi alla community di Business People.

Razione K

La razione K è una razione individuale giornaliera di sopravvivenza introdotta dagli statunitensi nel 1942 nel corso della seconda guerra mondiale e fu formulata dal fisiologo americano Ancel Keys. Attualmente le razioni K si sono largamente diffuse e sono usate anche dall’esercito italiano e si presenta come un sacchetto sottovuoto verde scuro, contrassegnato da diversi colori per stabilirne le differenti versioni, in cui cambiano gli alimenti. Solitamente è composta da pasta e fagioli, tonno, tacchino o maiale, medaglioni di carne, sgombro, carne bovina o pollo. All'interno vi si trovano inoltre pastiglie per disinfettare l'acqua, fibra da assumere in pillole, un supporto per cuocere le pietanze, tavolette combustibili, fiammiferi, sali minerali in polvere e una confezione monouso per l'igiene dentale. Ovviamente, date le necessità di conservazione, non vi è rappresentata la verdura, mentre la frutta è presente in diverse componenti, secca o in barrette, sottovuoto o sciroppata, etc. Per gli stessi motivi di conservazione, il latte è sempre condensato.

Per noi rappresenta il concentrato di un pensiero, normalmente filosofico-economico, che abbiamo trovato interessante e che ci piace condividere con i nostri lettori. Leggere (consumare) Razione K non arreca danno a noi stessi e agli altri, dunque ciascuno sceglierà se leggerla o meno, se trarne beneficio o meno.

Razione K è una rubrica curata dalla redazione di Business People, che ogni mese propone cosa consumare (leggere) per la nostra salute

Archivio