Salone del Mobile 2016: la casa dell’innovazione

Un'immagine dal Salone del Mobile dello scorso anno

Intervista al presidente Roberto Snaidero alla vigilia della 55esima edizione di uno degli eventi motore dell’economia italiana, che ha fatto di Milano la capitale del design

Appuntamento dal 12 al 17 aprile per la 55esima edizione del Salone del Mobile , un grande evento di business e non solo, che lo scorso anno ha portato a Milano oltre 300 mila operatori (il 70% in arrivo da 160 Paesi) e 30 mila visitatori nelle giornate di sabato e domenica. Numeri che Roberto Snaidero , presidente del Salone del Mobile, è fiducioso di veder crescere quest’anno, anche grazie alle biennali EuroCucina e il Salone Internazionale del Bagno , eventi che notoriamente portano più visitatori. «Ogni anno», ammette Snaidero, «quando si apre il Salone del Mobile rimango meravigliato da innovazione, qualità del prodotto e design che presentano le aziende italiane. Tre caratteristiche che ci permettono di essere, come Salone del Mobile, l’evento mondiale numero uno». Tra le novità di quest’anno, oltre al cortometraggio realizzato dal pluripremiato regista Matteo Garrone , con il quale si renderà omaggio al classico (sarà proiettato nel padiglione 15 di Rho Fiera), valore aggiunto della Design Week 2016 sarà il ritorno, dopo 20 anni, dell’Esposizione internazionale della Triennale di Milano Design after Design . «Siamo partner numero uno della Triennale per questo appuntamento. Abbiamo selezionato dieci architetti e gli abbiamo dato l’incarico di progettare gli interni delle case del futuro, secondo la loro visione».

Questa volta la sfida sarà doppia: oltre al design, bisognerà tenere vivo anche l’entusiasmo suscitato da Expo. «Se siamo alla 55esima edizione vuol dire che il Salone è già un evento catalizzatore per Milano», sottolinea Snaidero. «Nel mio ultimo roadshow per presentare a livello globale il Salone e la Triennale, ho riscontrato una grande aspettativa della stampa internazionale , impaziente di venire a Milano e conoscere le ultime novità». Lo scorso anno il Salone ha generato un indotto di 221 milioni di euro. E le prospettive per il futuro sono ancora più ambiziose: «Il nostro obiettivo è migliorare di anno in anno», conclude Snaidero, che sottolinea come anche per quest’anno si registrerà il tutto esaurito a Rho Fiera con 207 mila metri quadri di superficie espositiva e 2.310 espositori per cercare «di dare sempre qualcosa di nuovo». Come space&interiors , in programma al The Mall Porta Nuova di Milano, un evento nato dall’esperienza di Made expo che presenterà l’eccellenza delle finiture per l’architettura ai professionisti che ricercano durante la Design Week 2016 soluzioni innovative per i loro progetti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Se siete iscritti alla community di Business People effettuate il login per pubblicare un commento.
Se non siete iscritti, registratevi alla community di Business People.