Con il fast fashion anche il lavoro è diventato fast

H&M chiude 4 negozi e licenzia tutti i lavoratori nonostante nuove aperture in programma e conti in ordine

Benvenuti nell'era del "fast work". Perché con l'affermarsi del fast fashion, anche il destino dei lavoratori sembra accelerare verso il buio. Ne è la prova la decisione della catena H&M di annunciare 95 esuberi in Italia dopo la chiusura di 4 negozi, di cui a Milano (piazza San Babila e corso Buenos Aires), uno a Cremona e uno a Venezia. «La chiusura dei negozi e la pesante messa in discussione occupazionale sono state decise unilateralmente dall’azienda nel bel mezzo di un difficile confronto tra le parti», denunciano i sindacati. Una scelta particolare per l'azienda nominata Business of Fashion tra le migliori aziende per cui lavorare nella moda.

H&M: 95 LICENZIAMENTI IN PIENO SVILUPPO

Eppure dietro la scelta di H&M non ci sono problemi di bilancio: ha appena aperto tre nuovi negozi in Italia, a Foggia, Verona e Pesaro, creando 425 nuovi posti di lavoro (ma difficili da accettare per lavoratori di città così lontane), mentre continua a espandersi anche con altri brand del gruppo come Cos . «La dichiarazione di esuberi risulta, se possibile, ancora più ingiustificata in considerazione della forte attività di espansione sostenuta dall’impresa, anche in relazione alla recente apertura di diversi punti di vendita e del ricorso spropositato e strutturale al lavoro a chiamata», rincarano i sindacati.

Ma la replica dei vertici dice molto sul futuro del retail: « La decisione di chiudere i punti vendita è legata alla sostenibilità economica di questi specifici negozi », è la replica di H&M. « Il settore retail è in continua evoluzione e l’azienda deve adeguarsi a questi cambiamenti ». A fronte della chiusura di 4 store da agosto, quindi, rimane la voglia di espandersi ancora nel nostro Paese. H&M si prenderà cura dei propri dipendenti e s’impegna a trovare le migliori soluzioni possibili attraverso un costante dialogo con i sindacati. Tutti i casi saranno gestiti in maniera conforme alla legge e nel rispetto delle politiche interne e dei valori dall’azienda».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Se siete iscritti alla community di Business People effettuate il login per pubblicare un commento.
Se non siete iscritti, registratevi alla community di Business People.