Beckham batte Messi. L’inglese è il calciatore più pagato

È David Beckham il calciatore che nel 2012 ha guadagnato più di tutti

Sul podio della classifica di “France Football” anche Cristiano Ronaldo. Mourinho il Paperone degli allenatori

David Beckham meglio di Lionel Messi. Nulla a che vedere con abilità in campo o capacità di fare squadra. Il centrocampista inglese ha sorpassato la pulce argentina nella classifica dei Paperoni del pallone. A stabilirlo la rivista France Football .

David Beckham è infatti il calciatore che nel 2012 ha guadagnato più di tutti. Merito delle sponsorizzazioni da oltre 33 milioni di euro che, sommati allo stipendio, valgono all’inglese, attualmente in forza al Paris Saint Germain , la prima posizione dei giocatori più pagati al mondo con 36 milioni di euro . Secondo l’argentino Lionel Messi (l’anno scorso primo) che somma i 22 milioni di euro che arrivano dagli sponsor ai 12,5 di ingaggio dal Barcellona (più 500mila euro di premi) per un totale di 35 milioni di euro . Chiude il podio Cristiano Ronaldo , cui il Real Madrid paga 13 milioni di euro (più 500mila di premi) a cui van sommati i 16,5 che arrivano dagli sponsor per un totale di 30 milioni di euro .

Fuori dal podio Samuel Eto’o (20,5+3,5 milioni), seguito da Neymar (7 milioni di ingaggio, uno di premi e 12 da sponsor). Quindi Sergio Aguero (19 milioni), Wayne Rooney (18 milioni), Zlatan Ibrahimovic (17,5 milioni) e Yaya Tourè (16,6 milioni). Chiude la top ten Fernando Torres (16,3 milioni). Diciottesimo il primo italiano in classifica Gigi Buffon , con 12,4 milioni di euro complessivi.

Per quanto riguarda gli allenatori, in testa alla classifica dei tecnici più ricchi si conferma lui, lo SpecialOne, Josè Mourinho che porta a casa 14 milioni di euro . Il condottiero del Real Madrid precede il collega del Paris Saint Germain, Carlo Ancelotti con 12 milioni di euro e l’allenatore del Guangzhou Evergrande, Marcello Lippi con 11 milioni di euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Se siete iscritti alla community di Business People effettuate il login per pubblicare un commento.
Se non siete iscritti, registratevi alla community di Business People.

Per saperne di più