Al Mudec di Milano la nuova vita degli oggetti

Oggetti appartenenti a un passato che ritorna con nuove abitudini e usi come la Vespa, la Graziella, il Rolex, ma anche oggetti del nostro presente e futuro come l’iPhone, la Smart o la Playstation. Sono tra gli oggetti protagonisti della mostra Storie di un passato futuro , una kermesse unica nel suo genere e incentrata su un decennio di rinnovamenti e rinascite trainate dal digitale, regalata da Subito alla città di Milano per celebrare i primi dieci anni dell’azienda in Italia.
Il progetto fotografico, esposto dal 5 al 29 ottobre al Mudec - Museo delle Culture di Milano, rende protagonista la seconda vita dei consumi tipici dell’italianità (il mercato second hand pesa per l’1,1% del Pil del nostro Paese). Curata dal Digital Creative Director e celebre Instagrammer Simone Bramante, Storie di un passato futuro si ispira alle 10 ricerche più frequenti sulla piattaforma di compravendita. Un’interpretazione onirica in forme e costruzioni visive apparentemente semplici ma dal forte impatto racconta l’utilizzo di un oggetto o servizio attraverso il suo mondo di riferimento.

In 10 scatti Bramante ha racchiuso ciò che definisce l’economia dei desideri, un passaggio di mano in mano che attraversa un territorio e il suo tempo ed è ciò che lega tra loro persone diverse ma con gli stessi intenti: desiderare, ottenere e consumare per poi riutilizzare. Un circolo virtuoso che inizia da un singolo oggetto per raccontare molteplici storie e, in senso più ampio, un’unica storia, quella di 10 anni d’Italia nella seconda vita dei suoi consumi tipici.

+LE IMMAGINI DELLA MOSTRA+

L’ingresso alla mostra è gratuito. Info su mudec.it

VISUALIZZA LA GALLERY