Iwc Schaffhausen vs Roger Dubuis

Mettiamo a confronto il Big Pilot’s Heritage Watch 48, un richiamo vintage style al mondo dei pionieri dell’aviazione, con l’Excalibur Star of Infinity, gioiello visionario che parla di viaggi spaziali. Per celebrare l’audacia e l’avventura di chi si immagina con le ali

Quella di annullare la gravità è stata e continua a essere una delle chimere, divenute poi conquiste, che hanno affascinato l’essere umano dalla notte dei tempi. Dal mito di Icaro alle visionarie macchine di Leonardo da Vinci, fino alla figura a metà tra avventura e letteratura di Antoine de Saint Exupéry, la carica simbolica e innovativa del volo è stato l’impulso per lo sviluppo prima dell’aviazione, poi dei viaggi spaziali. E proprio a questi due mondi fanno riferimento i segnatempo che abbiamo scelto di raccontarvi.

Da un lato l’eredità di stile e precisione raccolta da Iwc Schaffhausen con il Big Pilot’s Heritage Watch 48 (la scheda prodotto), ispirato ai primi orologi da aviatore della maison messi a punto oltre 70 anni fa, quando il parametro più importante era consentire una lettura rapida e inequivocabile nelle precarie condizioni di visibilità dei piloti dell’epoca. Dall’altro l’audacia visionaria di Roger Dubuis, brand poco più che ventenne e fortemente radicato nella contemporaneità, con l’Excalibur Star of Infinity (la scheda prodotto), caratterizzato da un disegno a forma di stella le cui estremità sembrano allungarsi verso la vastità dello spazio, verso l’infinito, appunto. La luce dei corpi celesti, invece, è evocata dalla preziosità assoluta e dall’immacolato splendore che irradiano gli oltre 300 diamanti, distribuiti tra cassa e fibbia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Se siete iscritti alla community di Business People effettuate il login per pubblicare un commento.
Se non siete iscritti, registratevi alla community di Business People.