Advertising, la tv affonda il mercato

Investimenti pubblicitari scesi sotto i due miliardi di euro, con il piccolo schermo a -8,3%. Male anche quotidiani, periodici e radio. Prosegue la crescita di internet

Investimenti adv ancora in calo. Secondo gli ultimi dati Nielsen, quelli relativi al primo trimestre 2012, il mercato pubblicitario in Italia continua la sua contrazione fino a scendere sotto la quota dei 2 miliardi di euro, contro i 2,15 miliardi di euro del primo trimestre 2011. Un calo del 7,5%, legato soprattutto alla performance di quella che ancora è la regina del mercato: la televisione. Gli investimenti sul mezzo risultano infatti calati dell’8,3% a 1,11 miliardi di euro (erano 1,21 nel gennaio-marzo 2012). Un dato negativo, capace di affondare l’intero mercato. Ma la tv non è sola a registrare cali, in trend negativo anche la stampa, con i quotidiani a -8,3% e i periodici a -10,8%. Male anche la radio (-4%), prosegue invece la crescita di internet, a +8,5% per 152,4 milioni di euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Se siete iscritti alla community di Business People effettuate il login per pubblicare un commento.
Se non siete iscritti, registratevi alla community di Business People.