Il futuro del telemarketing in 10 punti

© iStockPhoto.com/AndreyPopov

Come ha di recente dimostrato la vicenda della societĂ  Almaviva Contact, costretta a chiudere la sede romana con conseguente licenziamento di oltre 1.500 dipendenti (ma sono a rischio anche quelli di altre cittĂ , Palermo in primis), i call center stanno vivendo un momento di grandi cambiamenti. Ecco quali sono i principali fattori che li favoriranno o rischieranno di metterli in crisi

OPPORTUNITĂ€
1 - CRESCITA DELLA DOMANDA DELLE AREE FINANZA E ASSICURAZIONI, MEDIA, ONLINE MARKET, GAMING E ALCUNI SETTORI DELL’INDUSTRIA

2 - ESPANSIONE DEI SERVIZI DI GESTIONE DEI CLIENTI ATTRAVERSO STRUMENTI DIGITALI, IN AUMENTO COME CONSEGUENZA DELLO SVILUPPO DELLA DIGITAL ECONOMY, CHE STA TRASFORMANDO MOLTI SETTORI IN UN’OTTICA DI STRATEGIA DI INTERAZIONE MULTICANALE

3 - INTERNAZIONALIZZAZIONE LEGATA SIA ALL’OFF SHORING VERSO L’ITALIA, SIA ALLO SVILUPPO DI ATTIVITÀ ESTERO SU ESTERO

4 - VALORIZZAZIONE DEGLI OPERATORI TELEFONICI DA PARTE DI IMPRESE CHE PRESTANO SERVIZI AD ALTO VALORE AGGIUNTO E CRESCITA DEGLI INVESTIMENTI DESTINATI ALLA FORMAZIONE DEGLI OPERATORI TELEFONICI

5 - MAGGIORE INTERESSE DEI FONDI DI PRIVATE EQUITY NEL SETTORE

MINACCE

1 - GARE AL MASSIMO RIBASSO

2 - ENTRATA IN VIGORE – PREVISTA NELLA PRIMAVERA 2018 – DEL NUOVO REGOLAMENTO UE SULLA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI (APPROVATO A FINE 2015). POTREBBE CONTRIBUIRE A RIDIMENSIONARE L’AREA OUTBOUND PER NUOVI OBBLIGHI DI RACCOLTA DI CONSENSO “ESPRESSO” PER IL TRATTAMENTO DEI DATI

3 - VINCOLI NORMATIVI (PRIVACY, AGCOM)

4 - CRESCITA DELLA CONCORRENZA DI OPERATORI ESTERI E DI QUELLI DELOCALIZZATI IN PAESI A BASSO COSTO DEL LAVORO, SOPRATTUTTO SUI SERVIZI A LIMITATO VALORE AGGIUNTO

5 - MINORI VOLUMI SVILUPPATI DALLE TELCO PER SATURAZIONE DEL MERCATO