Bmw K 1600 GT: la moto che chiede soccorso in caso di incidente

Presentata la prima due ruote connessa di Bmw che sfrutta la rete Vodafone per contattare i soccorsi in caso di emergenza

Si chiama K 1600 GT ed è la prima motocicletta connessa di Bmw . Grazie alla partnership con Vodafone , questa moto è dotata del servizio di chiamata di emergenza “eCall” di Bmw (già installato su oltre 2,5 milioni di auto) che richiede assistenza o soccorso in caso di incidente nel minore tempo possibile. Il servizio è disponibile in tutta Europa e, in caso il sinistro avvenga all’estero, chi chiama viene assegnato a un operatore del call center di Bmw che parla la sua stessa lingua.

COME FUNZIONA . Sviluppato da Bmw, il sistema Motorrad ConnectedRide sfrutta la Sim IoT di Vodafone ed è dotato di sensori che monitorano anche la velocità e l’inclinazione della motocicletta, in modo da cogliere precisamente il momento in cui avviene l’incidente e attivare immediatamente la chiamata d’emergenza. In alternativa, per contattare il call center di Bmw, Il motociclista può anche utilizzare il pulsante di Sos presente sul manubrio . Oltre alla chiamata di emergenza, vengono trasmesse altre informazioni importanti, come ad esempio la posizione Gps della moto. Secondo la gravità dell’incidente, poi, il call center di Bmw allerta il soccorso o tenta di contattare il motociclista mediante il sistema audio incorporato. Il sistema Motorrad ConnectedRide eCall consente ai servizi di assistenza di diminuire del 50% circa i tempi di arrivo sul luogo dell’incidente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Se siete iscritti alla community di Business People effettuate il login per pubblicare un commento.
Se non siete iscritti, registratevi alla community di Business People.