La fiducia è una cosa seria

Al vertice di CheBanca! dal marzo 2013, Gian Luca Sichel è anche amministratore delegato di Compass dal 2010 (dove era arrivato due anni prima come direttore generale). In passato, ha lavorato in Barclays e Clarima (Gruppo Unicredit)

Anche se molti istituti di credito hanno fatto poco per conservarla... Dopo l’acquisizione delle attività retail di Barclays, il Ceo di CheBanca!,Gian Luca Sichel, rilancia la sua ricetta per lo sportello del futuro: «Tornare a dare servizi a valore aggiunto che i clienti siano disposti a pagare»

Non c’è neanche il tempo di festeggiare il raggiungimento del pareggio di bilancio a giugno (7,5 milioni di euro), traguardo fissato dal piano triennale appena concluso, che per CheBanca!, il braccio del Gruppo Mediobanca si apre una nuova sfida. Tutto parte dall’accordo di acquisizione della maggior parte delle attività retail di Barclays Italia, che vuol dire l’acquisto di 220 mila nuovi clienti in aggiunta ai 580 mila già presenti, e il raggiungimento di quota 1.545 per quanto riguarda le filiali. Si tratta di numeri importanti che aprono nuovi orizzonti a una banca che si pone come “sportello di riferimento” per gestire i risparmi delle famiglie, a beneficio delle quali ha messo a punto un insieme di servizi tecnologici all’avanguardia (nel 2015 è stata inclusa dal Financial News del Wall Street Journal nella lista dei Top Fintech40 Power People in Europa), affiancati da un’attività di consulenza one-to-one, un connubio che unisce innovazione tecnologica e trasparenza. Impegni non da poco per l’azienda guidata dal Ceo Gian Luca Sichel, secondo il quale le banche per guardare al futuro devono tornare a considerare un elemento antico: saper stringere un saldo rapporto di fiducia col proprio cliente.

Che cosa direbbe ai 220 mila nuovi correntisti che si sono ritrovati di punto in bianco vostri clienti senza avervi scelto direttamente?
Vorrei mandare un messaggio positivo...

La lettura dell'articolo continua per gli utenti abbonati.

Se sei già abbonato a businesspeople.it clicca qui per effettuare il login.

Se non sei ancora abbonato a businesspeople.it clicca qui per scegliere la tipologia di abbonamento.

Commenti

Se siete iscritti alla community di Business People effettuate il login per pubblicare un commento.
Se non siete iscritti, registratevi alla community di Business People.