Un “palazzinaro” nell’olimpo della finanza

© R. Monaldo/LaPresse

Francesco Gaetano Caltagirone sembra portare il proprio destino nelle costruzioni iscritto anche nel nome. Di origine araba, Caltagirone deriverebbe da Qal’ at Alghiram, che significa “rocca dei vasi”. Ma, attraverso le acquisizioni nel mondo dell’editoria e le scorribande all’interno dei maggiori gruppi finanziari e assicurativi italiani, è andato ben oltre quello che il suo nomen-omen aveva previsto

Tutto è iniziato nel mondo delle costruzioni. E oggi Francesco Gaetano Caltagirone è un influente azionista di società come Assicurazioni Generali e Monte dei Paschi di Siena. Senza dimenticare che detiene il controllo di testate giornalistiche come Il Messaggero e Il Mattino di Napoli

La finanza italiana non è una realtà ricca di fantasia e di impreviste novità: i protagonisti sono, da molti anni, più o meno sempre quelli e attorno a loro ruota tutto quell’universo che di volta in volta - a seconda dei punti di vista - si chiama salotto buono, poteri forti, razza padrona o, ironicamente, lor signori. Adesso questo microcosmo è in movimento, quasi in fibrillazione, si agita. Qual è la causa? Che cosa sta succedendo o potrebbe succedere? Semplice: ci sono manovre in corso attorno al controllo delle Generali, una delle prime tre compagnie di assicurazione europee e sicuramente una delle migliori società italiane, da sempre oggetto del desiderio di tutti quanti contino o ambiscano a contare qualcosa nella finanza nazionale. È recente la notizia che Francesco Gaetano Caltagirone ha portato la sua partecipazione nella compagnia triestina a ridosso del 2%. E questa quota, unita ai diritti di voto che il Monte dei Paschi di Siena continua a detenere nel capitale azionario pur avendo venduto a Mediobanca la partecipazione (magie della finanza!) permetterà a Caltagirone stesso, in quanto influente azionista (3,9%) e vicepresidente della banca senese, di svolgere un ruolo decisivo nel determinare gli assetti futuri di vertice del Leone di Trieste. Le voci dicono che punti a ottenere una vicepresidenza. E comunque a contribuire alla scelta di chi dovrà prendere il posto dell’ultraottantenne Antoine Bernheim sulla poltrona di numero uno.
Ecco così che sta per ufficializzarsi, per diventare evidente, fattuale, quello che ormai più o meno sottotraccia sta avvenendo da anni: Francesco Gaetano Caltagirone è entrato nell’olimpo degli imprenditori italiani che contano come la famiglia Agnelli, i Benetton, i Del Vecchio, i Pesenti, i Tronchetti Provera e via dicendo e blasonando. E lui forse ha un peso specifico un po’ superiore a tutti questi signori che formano la ristretta cerchia dei potenti perché dispone della...

La lettura dell'articolo continua per gli utenti abbonati.

Se sei già abbonato a businesspeople.it clicca qui per effettuare il login.

Se non sei ancora abbonato a businesspeople.it clicca qui per scegliere la tipologia di abbonamento.

Photogallery (1 foto)

Commenti

Se siete iscritti alla community di Business People effettuate il login per pubblicare un commento.
Se non siete iscritti, registratevi alla community di Business People.