La spesa al supermercato è una cosa... da uomini

© Getty Images

Una ricerca di Discovery dipinge gli italiani a loro agio tra carrelli e corsie: il 64% è un habitué della cassa. I Superman si fanno influenzare dalla pubblicità, hanno voglia di sperimentare e si fidano delle marche più note

Forse il titolo sarà un po' esagerato, Supermen , ma la ricerca condotta da Discovery Italia con la collaborazione di The Marketing Lab racconta un lato nascosto degli uomini italiani: la passione per la spesa al supermercato.

Dalle interviste (560 individui tra i 20 e i 50 anni), emerge che il 64% dei maschi tricolore dichiara di fare la spesa personalmente una o più volte la settimana , il 73% si lascia guidare dalla pubblicità nelle scelte di cosa mettere nel carrello, il 66% si fa attirare dai nuovi prodotti, l’84% si concede l’acquisto di prodotti “fuori lista”.

NUOVO RUOLO. Si è dunque ridefinito il ruolo degli uomini all'interno della casa con la voglia di sperimentare, di accontentare i gusti dei figli (il 92% degli intervistati) m aanche per prendersi cura di sé (il 92% afferma di prestare maggiore attenzione alla cura del proprio aspetto fisico).

La pubblicità mantiene un ruolo centrale: aumenta sia percezione di affidabilità del brand (per almeno il 60% degli italiani) sia la spinta alle scelte d’acquisto (73%).

CURIOSITA' E FORNELLI. Tra le corsie gli uomini amano sperimentare cose nuove (66%) e curiosare tra gli scaffali alla ricerca di prodotti particolari pensando, allo stesso tempo, a come poterli preparare (72%).

Tendono a sottolineare la propria competenza nel sapersi orientare nelle scelte - tanto che il 75% si ritiene esperto rispetto ad alcuni prodotti e marche - e si concedono qualche acquisto fuori programma (84% degli intervistati) per soddisfare i desideri che fanno tornare un po’ bambini (69%).

INFORMATI AL CARRELLO. Gli uomini si informano prima di procedere alla spesa soprattutto su come, dove e da chi vengono prodotti i beni acquistati, sulle loro caratteristiche ed etichette (72% degli intervistati). In particolare emerge con chiarezza che la marca continua ad essere sinonimo di qualità (per l’69%).

Un occhio di riguardo dai nuovi Superman è sicuramente riservato ai prodotti made in Italy, sinonimo di garanzia e qualità specialmente in ambito food (75%).

UOMO 2.0. «Studiare il comportamento degli uomini rispetto alla spesa ha svelato diversi aspetti interessanti e anche sorprendenti: ben il 64% degli uomini, ad esempio, fa la spesa personalmente e non vive questo momento come un dovere ma come un piacere , un momento in cui una responsabilità sempre maggiore si affianca a curiosità ed attenzione», spiega Varinia Nozzoli, portfolio Strategy and Insight&Research Senior Director Discovery Italia, «oggi, grazie al lavoro di analisi da cui è nata la ricerca Supermen , offriamo al mercato una conoscenza più ampia di alcune dinamiche sociali e nuovi elementi per chi desidera “parlare” al target maschile con la massima efficacia»,

Nello specifico, la ricerca di Discovery Italia identifica 4 diversi profili maschili che approcciano il supermercato con stili molto differenti:

- entusiasti: amano molto fare la spesa. Sono curiosi e si lasciano attirare dalle novità.

- esperti: gli piace fare la spesa e scelgono con attenzione i prodotti da mettere nel carrello dopo un’attenta valutazione delle loro caratteristiche.

- funzionali: fanno la spesa anche se solo per necessità e sono meticolosi nel seguire la lista stilata

- distaccati: non amano fare la spesa e al supermercato improvvisano cosa acquistare.

«La ricerca Supermen evidenzia un fenomeno particolarmente importante: l’uomo sta acquisendo una centralità sempre maggiore nella conduzione dell’economia domestica con nuovi comportamenti nei confronti della spesa e della famiglia», prosegue Giuliano Cipriani Vp, direttore generale di Discovery Media, «approfondire questi elementi permette una maggiore conoscenza della società che, dal nostro punto di vista e con una presenza particolarmente forte sul target maschile, favorisce la proposta di pianificazioni ancora più mirate».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Se siete iscritti alla community di Business People effettuate il login per pubblicare un commento.
Se non siete iscritti, registratevi alla community di Business People.