Diritto alla disconnessione approvato in Francia

Nelle aziende con più di 50 dipendenti i lavoratori avranno l'obbligo di negoziare la libertà di non rispondere alla mail al di fuori dell'orario di lavoro

Le aziende francesi devono garantire ai propri lavoratori il " diritto alla disconnessione " al di fuori dell'orario di lavoro. Lo ha deciso il Parlamento francese attraverso l'approvazione di un pacchetto di leggi sul lavoro entrate in vigore il 1° gennaio di quest'anno (la cosiddetta Loi travail che tanto aveva fatto discutere e protestare per altre sue proposte). Nelle aziende con più di 50 dipendenti ci sarà l'obbligo di negoziare con i lavoratori il diritto di non rispondere a email e telefonate di lavoro durante il periodo di riposo. La misura, introdotta dalla ministra del lavoro Myriam El Khomri, è tesa a stabilire un confine netto e invalicabile fra la positiva flessibilità del lavoro , che consente di occuparsi di questioni lavorative anche al di fuori del proprio ufficio e l'uso pervasivo delle nuove tecnologie , consentiti dall' always on (l'essere sempre connessi a Internet). Le aziende dovranno perciò pubblicare un elenco di diritti e doveri dei dipendenti al di fuori dell'orario di lavoro, in mancanza di accordi specifici. Non sono previste, però, sanzioni per chi non rispetterà tale obbligo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Se siete iscritti alla community di Business People effettuate il login per pubblicare un commento.
Se non siete iscritti, registratevi alla community di Business People.