Diritto alla disconnessione approvato in Francia

Nelle aziende con più di 50 dipendenti i lavoratori avranno l'obbligo di negoziare la libertà di non rispondere alla mail al di fuori dell'orario di lavoro

Le aziende francesi devono garantire ai propri lavoratori il "diritto alla disconnessione" al di fuori dell'orario di lavoro. Lo ha deciso il Parlamento francese attraverso l'approvazione di un pacchetto di leggi sul lavoro entrate in vigore il 1° gennaio di quest'anno (la cosiddetta Loi travail che tanto aveva fatto discutere e protestare per altre sue proposte). Nelle aziende con più di 50 dipendenti ci sarà l'obbligo di negoziare con i lavoratori il diritto di non rispondere a email e telefonate di lavoro durante il periodo di riposo. La misura, introdotta dalla ministra del lavoro Myriam El Khomri, è tesa a stabilire un confine netto e invalicabile fra la positiva flessibilità del lavoro, che consente di occuparsi di questioni lavorative anche al di fuori del proprio ufficio e l'uso pervasivo delle nuove tecnologie, consentiti dall'always on (l'essere sempre connessi a Internet). Le aziende dovranno perciò pubblicare un elenco di diritti e doveri dei dipendenti al di fuori dell'orario di lavoro, in mancanza di accordi specifici. Non sono previste, però, sanzioni per chi non rispetterà tale obbligo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Comments

Se siete iscritti alla community di Business People effettuate il login per pubblicare un commento.
Se non siete iscritti, registratevi alla community di Business People.

Per saperne di più