L'efficienza energetica vale 200 mila posti di lavoro

La crescita della "white economy" potrebbe portare anche 100 miliardi di valore aggiunto, secondo le stime di Avvenia sul mercato azionario

L'industria metterà il turbo ai Certificati Bianchi (titoli di efficienza energetica). A dirlo è Avvenia che dall'analisi degli scambi di titoli di efficienza energetica (Tee) a inizio 2015 vede alle porte il boom di questo settore.

Fabbriche e impianti industriali, raffinerie, cementifici, cartiere, vetrerie e tutte le altre imprese del comparto manifatturiero che sono particolarmente energivore, ma anche il mondo del real estate e del terziario: ecco da dove potrebbe partire l'esplosione della "white economy ".

«Le società che hanno nominato un Energy Manager sono raddoppiate rispetto all'anno precedente» commentano gli esperti di Avvenia, anche per la necessità di effettuare le Diagnosi energetiche obbligatorie (Deo).

Oggi l'efficienza energetica in Italia coinvolge circa 500 mila aziende e, con una previsione di circa 100 miliardi di euro di valore aggiunto per il 2015, potrebbe consentire di creare oltre 200 mila nuovi posti di lavoro entro quest'anno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Se siete iscritti alla community di Business People effettuate il login per pubblicare un commento.
Se non siete iscritti, registratevi alla community di Business People.