Rassegnatevi: le famiglie italiane sono al 12esimo posto in Europa

In Italia le famiglie stanno meglio di Malta e Lituania, ma c'è poco da sorridere: il nostro Paese è solo al 12esimo posto nella classifica del benessere materiale in U con 97 punti (su base 100). L'Italia insieme a Irlanda e Cipro, riporta un 10% in meno rispetto alla media. Va peggio di noi a Spagna, Portogallo, Lituania e Malta, dove il gap è fra il 10 e il 20%. Quasi disastrosa è la situazione in Repubblica Ceca, Grecia, Slovacchia, Polonia e Slovenia, lontane del 20-25% dagli standard continentali.

BENESSERE DELLE FAMIGLIE: ITALIA 12ESIMA

L'indice è più elevato in Lussemburgo (132), Germania (122), Austria (118), Regno Unito (115). La Francia è in ottava posizione, la Spagna in 14esima ma. L'indice Aic misura i beni e i servizi consumati dagli individui indipendentemente dal fatto se sono stati acquistati da loro e pagati d altri, Stato compreso. L'indice Aic espresso in standard di parità di potere d'acquisto varia dal 53% al 132% nella Ue. Dieci Stati registrano un livello superiore alla media Ue, mentre sei Paesi si trovano in condizioni difficili con dati sotto la media tra il 30% e fino al 40% (Estonia, Lettonia, Ungheria e Romania, la Croazia è sotto il 40%, la Bulgaria al 53%).

Quanto al pil pro capite, le differenze nella Ue sono altrettanto sostanziali. Nel 2016 varia dal 48% della media in Bulgaria al 267% in Lussemburgo. Undici stati registrano un livello superiore alla media Ue. L'Italia è a quota 96, e sempre al 12esimo posto.