Ecco le 20 compagnie aeree più sicure al mondo

Il 2016 è stato uno dei migliori anni per la sicurezza dei voli. AirlineRatings.com ha stilato l'elenco delle compagnie più affidabili per quello appena iniziato

Nonostante qualche episodio, il 2016 è stato il secondo anno più sicuro per la sicurezza dell'aviazione civile. A riportarlo è AirlineRatings.com, il sito che si occupa della valutazione delle compagnie aeree in tema di affidabilità a partire dalle statistiche dell'Aviation Safety Network, organo preposto alla raccolta di dati sugli incidenti di volo.

Lo stesso sito ha inoltre stilato la classifica delle 20 compagnie aeree più sicure per il 2017, incrociando il numero di incidenti che le hanno coinvolte nell'arco dei dieci anni precedenti e l'età della sua flotta, misurati attraverso uno strumento chiamato Operational Safety Audit, con le verifiche e i controlli di sicurezza effettuati dall'International Air Transport Association (Iata). Tra i parametri di valutazione, inoltre, rientrano anche una serie di servizi in volo e a terra, dal check-in alla comodità dei sedili, la fruibilità del sito della compagnia e la qualità dei pasti serviti a bordo.

Su un totale di 425 compagnie monitorate, la migliore risulta l'australiana Qantas per il quarto anno consecutivo (non ha avuto un incidente mortale dal 1951). Ne seguono da un po' tutto il mondo: in ordine alfabetico, Air New Zealand, Alaska Airlines, All Nippon Airways, British Airways, Cathay Pacific Airways, Delta Air Lines, Etihad Airways, EVA Air, Finnair, Hawaiian Airlines, Japan Airlines, KLM, Lufthansa, Scandinavian Airline System, Singapore Airlines, Swiss, United Airlines, Virgin Atlantic e Virgin Australia.

Gli standard di sicurezza della maggior parte delle compagnie, comunque, sono alti: Alitalia ha ottenuto il massimo punteggio (7 stelle) per i parametri del “safety ranking”, insieme ad altre 147 compagnie. Una cinquantina sono quelle che hanno conquistato due o tre stelle, e 14 quelle a cui ne è stata assegnata una sola. Solo 5 stelle, infine, per i servizi secondari della compagnia di bandiera italiana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Se siete iscritti alla community di Business People effettuate il login per pubblicare un commento.
Se non siete iscritti, registratevi alla community di Business People.