Guida Michelin 2012, nuova incoronazione per Massimo Bottura

Guida Michelin Italia 2012

Confermati i sei ‘Tre stelle’ del 2011, la novità è l’ingresso dello chef dell’Osteria Francescana. Record assoluto di stelle: 347 per 295 locali. Quasi mille i ristoranti low cost di qualità

Mancava solo l’incoronazione della Rossa, ed è arrivata. Massimo Bottura, primo tra gli chef dei Ristoranti d’Italia 2012 sia per L’Espresso, che per il Gambero Rosso (qui lo scettro è diviso con Gianfranco Vissani) entra anche dell’olimpo dei ‘Tre stelle’ della Guida Michelin 2012. Il patron della pluripremiata Osteria Francescana di Modena, affianca così i sei ristoranti ‘Tre Stelle’ del 2011, tutti confermati:

Al Sorriso a Soriso (Novara)
Dal Pescatore a Canneto sull’Oglio (Mantova)
Le Calandre a Rubano (Padova)
Enoteca Pinchiorri a Firenze
La Pergola a Roma
Da Vittorio a Brusaporto (Bergamo)

La 57esima edizione italiana della bibbia gastronomica francese è anche la più stellata della storia; quella con il record assoluto di stelle assegnate: 347 per 295 locali. Una vera e propria pioggia di stelle, con il numero di esercizi insigniti in crescita del 30% negli ultimi sei anni. Se infatti quest’anno i ‘Tre Stelle’ avanzano di misura (da 6 a 7), le new entry nei locali che si fregiano delle ‘Due stelle’ sono quattro (per un totale di 38) e addirittura 33 per i mono stellati (per un totale di 250). In aumento anche i ristoranti più accessibili. I Bib Gourmand, ovvero quelli dove consumare un buon pasto a buon prezzo (30/35 euro) sono 260 (45 nuovi esercizi). Ben 953 infine gli esercizi dove si può consumare un pasto semplice a meno di 23 euro. Quest’ultimo dato è esploso nell’ultimo anno: +80%, come ha spiegato il curatore della Guida Fausto Arrighi: «C’è più attenzione al conto per rispondere alla crisi: i grandi locali hanno bisogno di riempire anche a pranzo – e il buon prezzo è la soluzione, magari pollo al posto dell’aragosta – e quelli di fascia bassa curano di più la qualità dei piatti altrimenti uno va al bar, un panino e via».

La Rossa ha recensito quest’anno 6.493 esercizi in 2.111 località: 3.384 alberghi e bed&breakfast, 2.729 ristoranti e 380 agriturismi. La Lombardia si conferma come la regione italiana con più stelle, ben 56 i ristoranti stellati, seguita dal Piemonte. Al terzo gradino del “podio”, a pari merito, si trovano Campania ed Emilia. La Toscana è la regione più dinamica, con 6 nuovi stellati. A livello delle province, le più stellate sono Cuneo e Bolzano (17 esercizi ciascuna), seguite dalla provincia di Napoli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Se siete iscritti alla community di Business People effettuate il login per pubblicare un commento.
Se non siete iscritti, registratevi alla community di Business People.