Villa Eden (Merano), light e gourmet

Peter Alois, chef di Villa Eden a Merano (Bz)

Stuzzicare il palato senza perdere di vista i valori nutrizionali: è la sfida intrapresa dallo chef Peter Alois Aufderklamm

Dai tempi degli imperatori d’Austria, Merano è sempre stata un’oasi di piacere capace di rimettere in forma gli animi più inquieti e i corpi più appesantiti dallo stress della vita. Allora come oggi quello che abbiamo nel piatto è parte integrante del nostro star bene e quello che Peter Alois ha accettato di fare di Villa Eden è sfidare l’idea che un buen retiro per rimettersi in forma non possa essere anche un luogo per stuzzicare appetiti e occhi gourmet...

Austriaco di nascita e aspirante poliziotto è stato chiamato ai fornelli dal padre della Val di Non (e forse dallo spirito della bisnonna cuoca di professione) e ha portato avanti una carriera tutta in altura tra Tscherms, Tirolo e Lagundo fino a sfiorare la stella al Förstlerhof di Postal.

Qui tante esperienze di vita e di servizio ad alto livello, perché spesso ai suoi tavoli si sedevano vip delle nevi e non solo, come Luciano Pavarotti, Alberto Tomba, Roland e Gustav Thöni, Karl von Lichtenstein.

Da pochissimo questa particolare svolta, con l’ingresso in cucina a Villa Eden a Merano, dove la golosità e la ricchezza delle preparazioni sono importanti quanto il loro ruolo in un’alimentazione sana e completa.

L'attrezzo preferito 

Non ce l’ho. Per me la cosa che conta di più in cucina è
il lavoro di gruppo ed essere in grado di coinvolgere tutti:
cuochi, aiuto cuochi, camerieri, ospiti, tutti.
Non è importante il coltello, ma è importante sapere
cosa si può creare dal nulla.

Cucina gourmet e calorie, non ne parla nessuno, perché? Ci sono alimenti di cui ignoriamo aspetti calorici o nutrizionali molto importanti?
Il cliente cui piace mangiare bene e andare al ristorante non si interessa delle calorie. Per esempio, la bistecca di manzo di Kobe, la cui carne è una prelibatezza gastronomica, ha il 50% di parte grassa, ma nessuno va a pensare alle calorie. Anche se si nota che siamo in una fase di cambiamento e le persone iniziano a mangiare e consumare più consapevolmente, perché desiderano nutrirsi genuinamente.

Cosa accadrebbe se il menĂą di un locale stellato segnalasse le calorie di ogni piatto?
Non sarebbe la fine del mondo. Le persone che non badano alle calorie mangerebbero lo stesso e quelli che invece le contano comunque, sapranno già quante ne contiene un certo piatto. Poi ovviamente dipende molto anche dall’umore dei clienti! Quello che a qualcuno può interessare, ad altri non piacerebbe per niente, perciò abbandonerebbero subito un ristorante con la pretesa di imporre a tavola uno stile di vita morigerato e apparentemente rinunciatario...

Stress e cibo: quanto ci influenza il nostro stato d’animo nella percezione del gusto dei piatti?
Ovviamente è molto importante. Quando siamo stressati per motivi di lavoro o qualsiasi altra ragione e sediamo a tavola, ci siamo già rovinati in partenza il gusto del piatto che dobbiamo ancora ordinare. Oggigiorno le persone non si prendono tempo per gustarsi la colazione, il pranzo o la cena, finendo per rovinarsi la salute non tanto per quello che mangiano ma per il quadro generale della loro vita. Lo stress, per esempio, favorisce la formazione dei depositi di grasso.

Qual è, per lei, la cosa più divertente da fare in cucina?
L’aspetto che preferisco è poter variare e sperimentare. Poter usare l’immaginazione per creare dei piatti unici e fantasiosi è fantastico. Ma in fondo è il cucinare in sé che io amo, non ho preferenze di carne piuttosto che di pesce. Mi diverto a cucinare qualsiasi cosa, utilizzo volentieri tutti gli ingredienti senza escluderne neanche uno.

Dove andare 

Villa Eden Leading Health

Via Winkel 68, Merano (Bz)

Tel. 0473 236583

www.villa-eden.com

Con un biglietto gratis per qualsiasi parte del mondo, dove deciderebbe di andare?
Anche se sono comunque posti freddi, farei una crociera con mia moglie nei mari del Nord, alla scoperta di Norvegia, Finlandia, Svezia…

Fino a poco tempo fa lavorava in Austria, ha notato delle differenze tra la clientela italiana e quella del suo Paese d’origine?
Direi che al momento le tendenze sono molto simili. Sia italiani che tedeschi sono interessati a sperimentare, a provare nuove cucine e sapori. Se in passato si ordinava sempre lo stesso piatto ed era uguale per tutti, ora si desidera assaggiare di tutto un po’. Quindi, anche le proposte che presentiamo a Villa Eden rientrano nella categoria “proviamo anche questa, almeno non esco troppo pesante”.

Ci sveli un trucco che chiunque può inserire nella cucina di tutti i giorni per coniugare salubrità continuando a soddisfare la gola.
Mettetevi davanti al fornello con un sorriso (ride). Scherzi a parte, un trucco molto utile potrebbe essere quello di ridurre il tempo di cottura per salvaguardare al massimo l’apporto vitaminico dei cibi che, altrimenti, durante una cottura intensa, va perso. Attenzione, però, a non eccedere in senso opposto, ovvero a non cadere nel crudismo… Il fuoco non ha cambiato la vita dell’uomo solo perché fa luce, riscalda e permette di difendersi dai predatori, ma ha rappresentato un passaggio epocale anche per il nostro modo di nutrirci: permettendo di assimilare nutrienti fondamentali per la nostra dieta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Se siete iscritti alla community di Business People effettuate il login per pubblicare un commento.
Se non siete iscritti, registratevi alla community di Business People.

Per saperne di più