Congedo parentale: le mamme a stipendio pieno per 20 settimane, i papà per due

Edite Estrela, eurodeputata portogese, relatrice del testo approvato. I parlamentari hanno portato in aula palloncini rosa e azzurri per sostenere il congedo di maternità

L’Europarlamento modifica la direttiva Ue in materia di congedo minimo di maternità e introduce il congedo retribuito al 100% per i padri. Germania, Francia e Gran Bretagna contrari: i costi aumentano troppo

Con 390 voti a favore , 192 contrari e 59 astenuti il Parlamento Europeo ha approvato le modifiche alle normative Ue in materia di congedo parentale , le neo mamme europee possono contare ora su un congedo minimo di maternità più lungo, dalle 14 settimane si passa a 20 , tutte retribuite al 100% dello stipendio .
Il testo introduce anche il congedo di paternità : due le settimane a stipendio pieno concesse al padre naturale del neonato, anche in caso di unioni non formalizzate dal matrimonio.
Se in Italia la situazione delle donne non cambia di molto, nel nostro paese sono già 20 le settimane di congedo obbligatorie, con uno stipendio ridotto però all’80%, il congedo parentale per il genitore maschio è quasi una novità assoluta, la norma attuale prevede alcuni giorni di congedo per i padri solo in casi particolari o se la madre torna a lavoro.
Non poche le polemiche che il testo ha scatenato in giro per l’Europa, soprattutto in quei paesi che vedono allungato il periodo del congedo minimo.
La Germania (qui il periodo di maternità è oggi di 14 settimane) giudica troppo costoso il provvedimento “Non aiuterà le donne anzi le penalizzerà nella ricerca di lavoro” sostiene l’eurodeputata tedesca Costance Krehl . Dubbi anche oltralpe, per Nadine Morano , sottosegretario di Stato francese, l’allungamento per il congedo di maternità potrebbe costare 1,3 miliardi di euro alle finanze pubbliche. Sulla stessa lunghezza d’onda anche la Gran Bretagna (qui attualmente il posto è garantito per 52 settimane, ma il congedo è obbligatorio solo nelle prime due dopo il parto): i costi dello Stato passerebbero da 2,2 a 4,5 miliardi di euro .
Adesso inizia la conciliazione con i governi dei 27 stati membri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Se siete iscritti alla community di Business People effettuate il login per pubblicare un commento.
Se non siete iscritti, registratevi alla community di Business People.